Una mostra diversa dalle altre

For the English translation please scroll down the page, thank you !

E’ finita ieri sera, l’edizione del 2020 della mostra “Premio Pittura Mestre. Nella serata di Venerdì 2 ottobre, al teatro Toniolo sono stati proclamati i vincitori: il primo premio è stato assegnato Giuseppe Sciortino con il quadro “GiorgiaPia e Francesca”, e quindi verrà esposto nel Museo di Arte moderna di Ca’ Pesaro di Venezia. Il secondo premio è andato a Gabriele Grones con il trittico “Frammento, e il terzo classificato è stato Tamara Zambon con “Are you ready for the revolution, child?”.

Sono stati assegnati altri premi, citiamo ad esempio il Premio speciale Città di Mestre a Giampaolo Callegaro con il quadro “Una sera a Punta San Giuliano“. E delle menzioni speciali della giuria per gli artisti : Fabbrizio Vatta con il quadro “I love my husband” a Raffaele Bovo per il quadro “Pietre D’Istria Antropomorfe” e a Marco Marcarelli. “Viaggi 220820. Il premio Giuria Popolare per Francisco Rojas Miramontes. “The swimmer” e a Marco Tidu. “Crisalide“. Premio Targa Amici delle arti di Mestre per Morena Marini. “Pensieri interrotti” e per Andrea Santi. “Marco durante la quarantena“.

Lavorare li, è stata un’esperienza alquanto interessante ! A differenza di altre mostre a cui ho partecipato, ho notato delle differenze: tutti i visitatori erano molto interessati, si soffermavano molto sui quadri e soprattutto, si scambiavano commenti tra di loro. Molte volte sono testimone di visitatori che leggono le guide, le didascalie, guardano un’attimo i quadri e poi proseguono nelle altre sale. Non è stato questo il caso. E’ stato molto interessante ascoltare quello che si dicevano.

Mi sono chiesto come mai ci fossero queste differenze, probabilmente il grande interesse nasce dal fatto che tutti potevano votare il quadro preferito: bastava andare online e indicare l’autore e il nome del quadro. Questa mostra ha coinvolto l’intera pubblico di Mestre, come mai ho visto prima, e se non fosse stato per il covid, l’ammontare dei visitatori sarebbe stato molto più alto. Speriamo che nella prossima edizione, si possa tornare alla normalità.

A different exhibition in Mestre

On the evening of Friday 2 October, the winners of the 2020 edition of the exhibition “Mestre Painting Award, were announced at the Toniolo theater, and now it’s over. The first prize was awarded to Giuseppe Sciortino with the painting” GiorgiaPia and Francesca ” , and it will be exhibited in the Ca ‘Pesaro Museum of Modern Art in Venice. The second prize went to Gabriele Grones with the triptych “Fragment, and the third prize was Tamara Zambon with” Are you ready for the revolution, child? “.

Other prizes have been awarded, for example the special city of Mestre Prize to Giampaolo Callegaro with the painting “One evening at Punta San Giuliano“. Some special mentions by the jury for the artists: Fabbrizio Vatta with the painting “I love my husband“, to Raffaele Bovo for the painting “Anthropomorphic Istrian Stones” and to Marco Marcarelli. “Travel 220820. The Popular Jury Award for both Francisco Rojas MiramontesThe swimmer ” and Marco TiduChrysalis“. Award Plaque Friends of the Arts of Mestre for Morena MariniThoughts interrupted ” and for Andrea SantiMarco during the lockdown” .

Working there, was really a very interesting experience! Unlike other exhibitions in which I have worked, I noticed some differences: all the visitors were very interested, they dwelt a lot on the paintings and above all, they exchanged comments among themselves. Many times I witness visitors who read the guides, the captions, look at the paintings for a moment and then go on to the other rooms. This was not the case. It was very interesting to hear what they were saying.

I wondered why there were these differences, probably the great interest arises from the fact that everyone could vote for their favorite painting: it was really simple, just going online to choose the author and the name of the painting. This exhibition involved the entire people of Mestre, as I have never seen before, and if it had not been for the covid, the amount of visitors would have been much higher. We hope that in the next edition, we can return to normal.